Attuality and Society
printprintFacebook



GEMELLAGGI

BENVENUTI

SVC



Micronazione Repubblica Cisalpina



Pensieri, parole, frasi celebri....
<<...nessuno può colpire duro come fa la vita, perciò andando avanti non è importante come colpisci, l'importante è come sai resistere ai colpi, come incassi e se finisci al tappeto hai la forza di rialzarti... così sei un vincente!>>
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

La base di Aviano e gli ufo

Last Update: 4/21/2008 11:16 PM
OFFLINE
Post: 76,920
Post: 2,126
Registered in: 10/15/2007
Registered in: 1/19/2008
Gender: Male
Admin
4/21/2008 11:16 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Dall'inizio di febbraio a metà aprile 1997, oltre 150 testimonianze di avvistamenti UFO nei cieli del Friuli, sopra la Base NATO di Aviano; tanto da titolare il servizio messo in onda dal TG5: "Cieli affollati nel Nord Est".

La zona intorno alla Base di Aviano era già stata, nel 1995, al centro di indagini in seguito alla comparsa di impronte circolari, tutte dello stesso diametro di 10,60 metri, rinvenute sul terreno ad Arbia (22 settembre), a Malnisio (27 settembre), a Maniago (4 ottobre) località prossime ad Aviano. Le analisi condotte all'epoca sul terreno rivelarono che la vegetazione del campo era stata esposta ad un irraggiamento di "microonde", dando luogo a un fenomeno di disidratazione.

Le anomalie termiche ed elettromagnetiche, che produssero un effetto "cottura", portarono a ipotizzare la presenza di un oggetto volante non identificato, quale causa dell'alterazione chimico fisica.
Oggi si torna a parlare della zona in relazione all'avvistamento di sfere colorate.
Dai primi di febbraio gli abitanti dei comuni intorno ad Aviano, in particolare nelle province di Pordenone e Treviso, filmano e vedono oggetti non identificati ogni giorno. Non si tratta dei soliti puntini luminosi ma di sfere di una certa consistenza colorate dal bianco al giallo, all'arancio o rosso e dal comportamento insolito.
Il 27 febbraio, un giovedì, è stato particolare. Tutti i testimoni concordano con quanto afferma il signor Toffoli in una intervista rilasciata durante una delle puntate della trasmissione "Verissimo" in onda su Canale 5.

"Molte persone nella zona e nella stessa fascia oraria hanno potuto osservare nel cielo queste luci e molti aerei militari, a volte 30, in formazione di 3 o 6, come fossero in assetto da combattimento, che si avvicinavano agli oggetti girandovi intorno tre o quattro volte, per poi continuare in un cerchio più largo. È parso stranissimo vedere alcuni aerei volare a bassa quota in chiaro assetto di guerra".
Il signor Toffoli ha dichiarato che, verso le 19,30-19,40, ha visto dalla finestra della sua abitazione, a Caneva, dalla quale si osserva benissimo la zona di cielo sopra la base NATO di Aviano, una sfera blu turchese intenso, sospesa nel cielo che, a tratti, spariva e riappariva. È rimasto ad osservare, per diversi minuti, un'altra sfera più grossa di un colore giallo, arancio e rosso apparsa poco dopo e sei aerei levarsi in volo e dirigere su di essa; tre provenienti dalla zona dei monti e tre da ovest, come è visibile nella nostra ricostruzione fatta dietro indicazione del testimone.



"Due degli aerei provenienti dai monti hanno fatto due giri intorno alla sfera. Un aereo, del gruppo che proveniva da ovest, si è unito ai primi due nei giri che divenivano più ampi mentre gli altri velivoli rimanevano a distanza. Erano le 20,20 circa. Alle 20,35 l'oggetto era sparito. Il cielo era completamente sereno con una perfetta visibilità".
Massimo Pilot ha avvistato, nello stesso giorno sopra la base USAF, tre sfere giallognole che sembravano cambiare colore, prive delle luci intermittenti proprie degli aerei.
Il 6 marzo, guarda caso sempre un giovedì, la cosa si era ripetuta in modo più accentuato.

Anche questa volta, secondo le testimonianze raccolte, tutti hanno avuto la netta impressione di un tentativo di intercettamento da parte dei militari. Quel giorno il radar della base avrebbe rilevato una serie di avvistamenti, dalle 18,45 fino alle 22,30. Decine e decine di oggetti che spuntavano dall'alto, piombavano sulla base militare poi, con una manovra improvvisa, si dirigevano verso l'aeroporto Marco Polo di Tessera (Venezia), deviavano verso Treviso e Istrana, sede di installazioni militari, infine riapparivano sopra Aviano.

Fra i più significativi avvistamenti verificatisi fino a metà aprile, quello del sig. Massimo Piccinin, di 23 anni, persona stimata e ritenuta attendibile, protagonista, in compagnia della sua ragazza, di uno strano incontro in zona "La Grave del Cellina", un fiume vicino a Cordenons. Incuriosito da "tre lingue di fuoco" che spuntavano dietro una curva, si è trovato abbastanza vicino alla sagoma scura di un enorme oggetto, alto circa 30 metri e largo 20, posato a terra, dalla forma di un largo imbuto, stretto alla base che si allargava, gradatamente, verso l'alto. Ben visibili le "finestre" di colori diversi: bianco verde e rosso. Improvvisamente, senza levarsi in volo, l'oggetto è sparito alla vista dei due giovani, nel breve spazio di un batter di ciglia. Sul terreno, nel punto ove poggiava, è rimasta una traccia come infuocata a forma di ferro di cavallo con al centro un triangolo rosso, anch'esso simile al fuoco; ma che in effetti non lo era. I due giovani sono rimasti ben 10 minuti a osservare quello strano segno lasciato sul terreno che sembrava rovente e non accennava a sparire. Da registrare che nella zona in questione si svolgono esercitazioni militari con carri armati.
Dai dati emergenti, il professor Chiumiento, consulente del CUN, ritiene che tali oggetti volanti di supposta origine extraterrestre, avrebbero un modo di passare dalla loro dimensione spazio-temporale alla nostra.

Il 6 aprile, alle 3,30, un ex aviere di leva di Palse ha segnalato "un oggetto di forma vagamente triangolare con 3 cerchi bianchi uniti fra loro da fasci di luce rosso verdastri. Alla base aveva altre luci dirette verso il terreno che sembravano stroboscopiche. Non emetteva nessun suono". L'oggetto è stato visto anche dal fratello maggiore svegliato per l'occasione.
Il giorno seguente, 7 aprile, sul tratto autostradale in comune di Secile, molti automobilisti si sono fermati ad osservare, a circa 100 metri di altezza, un oggetto ovale con due luci fisse bianche e fari intermittenti di colore giallo, rosso e blu, mentre si allontanava lentamente senza emettere nessun rumore. La base militare di Aviano, a giustificazione dell'intenso traffico aereo, sostiene che si è trattato di una normali attività militari. Circa le misteriose luci sospese nel cielo sono state definite, in un primo tempo come rifrazioni, effetto dei residui del nuovo carburante usato dai bombardieri USA, incendiatisi al momento del rilascio; successivamente giustificate, come il rientro di "alcuni F16 da una esercitazione che hanno dovuto attendere l'atterraggio di un aereo da trasporto, la luce vista era il faro di atterraggio".

Di parere contrario la stampa che ha raccolto le versioni dei molti testimoni e i filmati amatoriali apparsi in seguito, diffusi dalle stazioni televisive locali tutti riproducenti sfere luminose con simili caratteristiche fra loro.
In un filmato messo in onda da Canale 5 l'ingrandimento di un fotogramma evidenzia una forma sferica che ruota vorticosamente su se stessa.
In un altro filmato girato il 29 marzo, fra le 20,00 e le 21,00, si può osservare una sfera rosso bluastra che si muove dall'alto in basso, da destra a sinistra; molto simile a quelle riprese in altri video e ricorda una ripresa realizzata in Arizona. L'autore del filmato del 29 marzo dichiara di non aver notato la sfera mentre filmava, come era sua intenzione, la cometa.
Questo ci ricorda le foto scattate da Claudio Gallet all'aeroporto di Aviano per l'Open Day. L'ufo è apparso solo in fase di stampa.

Dato che il Colonnello Jerry Rolwes, ricorda bene che il 1° luglio di quell'anno ci fu un allarme alla base per la segnalazione di un oggetto volante non identificato, si desume sia possibile che gli Ufo possano rendersi invisibili all'occhio umano ma non ad una macchina fotografica. Dopo aver visionato i filmati è stata avanzata l'ipotesi di un esperimento riguardante il volo magnetico, poiché il fenomeno sembra avvenga anche in altre basi dell'alleanza atlantica. Ad aumentare tale sospetto la visita del ministro della difesa americano William Cohen. Quale il vero scopo della visita di Cohen ad Aviano il 6 marzo, giorno in cui il radar segnalò decine di oggetti volanti non identificati sopra la base? Cosa c'è dietro la notizia, successivamente dichiarata falsa, che segnalava mesi fa un disco volante in un hangar della Base Nato di Aviano?
Secondo il Prof. Chiumiento "non si trattava di una normale attività di volo, né di rifrazione atmosferica come dichiarato dalle autorità militari. La serata era bellissima, il cielo terso al 100%, la visibilità ottima". Quindi chiede alla base NATO di Aviano e al Ministro della Difesa di fornire una risposta esauriente e veritiera. È suo punto di vista personale che una forma intelligente aliena svolgerebbe un controllo sistematico del territorio nazionale.
Intorno ad Aviano avvengono, quindi, episodi che si aggiungono a quelli segnalati a Fregene e Tarquinia. Il fatto che obbiettivi militari o zone adibite ad esercitazioni, siano, per dire, "sotto osservazione", ci spingono a pensare, al di là del "fenomeno ufo" sempre difficoltoso da accertare o accettare, a "veicoli sperimentali" più che a un evento stile "Independence Day". La ripetitività del fenomeno nella stessa fascia oraria e nello stesso giorno settimanale supporterebbero questa ipotesi, perché sempre di ipotesi si tratta.
D'altra parte dobbiamo anche ritenere come improbabile che la base di Aviano non sia al corrente di eventuali sperimentazioni.
Qui di seguito un elenco di titoli dei quotidiani in merito al fenomeno sopra descritto:

"Numerosi avvistamenti nel Friuli Mobilitati gli F16 USA"
"Battaglia aerea tra F16 e Ufo in Pedemontana - La Base Usaf smentisce"
"Caccia all'UFO sui cieli Avianesi"
"Battaglia aerea Usaf con gli UFO"
"Testimonianze a Zoppola Caneva Cordenons"
"Jet USA all'inseguimento di UFO luminosi"

Nella zona, secondo alcuni testimoni, si sono verificati molti curiosi fenomeni.

Il signor Carlo Lecci, di 23 anni, istruttore di arti marziali di Vicenza, ha raccontato che il 22 luglio 1996 alle 21,30, si trovava in compagnia della sua ragazza in un campo delimitato da un bosco, in località Gonia (Vicenza), per osservare le stelle. Alle 22,00 un silenzio totale sull'intera zona e pochi secondi dopo gli uccelli si alzano in volo fuggendo dal bosco. Trovando strano il fatto i due si guardano sospettosi mentre un gruppo di lepri attraversa il campo correndo verso la valle.
- Prima abbiamo pensato a una volpe o ad un tasso che poteva aver spaventato gli animali, - dichiara il Lecci - poi, in un silenzio irreale, ci arriva un "botta e risposta" di voci modulate, gracchianti, metalliche. Non siamo riusciti a comprendere come facessero ma è stato chiaro che i suoni erano distinti.
Stupiti per non sapere di cosa si trattasse, la ragazza indica un punto del bosco:
- C'è qualcuno che ci osserva da quel lato - dice.
Il ragazzo si alza per andare a vedere pensando ad un malintenzionato e si dirige verso il bosco. Giunto al limitare vi scruta dentro, ma non vede niente; quindi si gira verso la ragazza per dirglielo. La ragazza vede in quell'attimo il primo essere dietro al ragazzo, che lo descriverà "alto sul metro e venti, testa grossa, occhi ovali, molto magro".
- Non ricordo di esser tornato verso la mia ragazza - dirà il Lecci - e la distanza era di 15 metri circa. Ricordo che le ho detto "Andiamo Via"...
Dietro la ragazza, a 50, 60 metri, si staglia la mole di un grosso albero scuro. Lei si china per raccogliere la coperta precedentemente stesa a terra.
- Si era alzato un vento gelido - aggiunge il ragazzo - e in quel momento ho visto un ombra scura che ho scambiato per dei rami mossi, staccarsi dall'albero e venire giù per il campo. Un attimo ed era dietro di lei, non proprio nero, ma più scuro della notte, più largo di me due volte, due metri di altezza, due occhi circolari rossi. Ho temuto volesse la mia ragazza e l'ho afferrata mantenendo le distanze. Siamo entrati in scontro visivo. In quel momento ho creduto di aver a che fare con un predatore che volesse farmi del male. Mi è sembrato di stare davanti ad un animale che mi stesse cacciando. Una sensazione bruttissima. Siamo rimasti così per un istante poi ci ha lasciato andare. Sono sicuro che ha interagito qualcosa perché rimango convinto che voleva farci del male…
In tutta questa faccenda c'è qualcosa che non quadra: il tempo. Dal momento in cui il ragazzo si alza e va verso il boschetto, per poi tornare indietro dovrebbero essere trascorsi al massimo, così è stato stimato nelle distanze sul posto, cinque minuti, invece in effetti ne sono trascorsi ben trentacinque.
Nei giorni successivi Carlo Lecci fa dei sogni dai quali emerge la possibilità che sia stato vittima, con la sua ragazza di un rapimento e sia stato trattenuto all'interno di un'astronave come aveva egli stesso dichiarato:
"Sogno di essere dentro una stanza, sollevato su di un letto, mentre quattro paia di occhi mi indicano di stare tranquillo. La mia ragazza è sollevata sul soffitto, voglio tornare da lei, ma loro vogliono che stia lì. Mi sento catapultato verso il fondo della stanza e torno sul prato dove poi mi ritrovo".
Si sta studiando cosa sia effettivamente accaduto.
Tutto porta ad un rapimento e si pensa di ricorrere all’ipnosi regressiva.
edicolaweb.net

I Testimoni gi Geova sono Monoteisti?Testimoni di Geova Online...20 pt.10/18/2019 4:16 PM by barnabino
Marzia RoncacciTELEGIORNALISTE FANS FORU...10 pt.10/18/2019 2:13 PM by barto91
Personaggi random per situazioni random – nuova edizioneEFP5 pt.10/18/2019 3:34 PM by Sildoryl
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
... GEMELLAGGI ...
FORUMANDO
+Tutti Siti+
Guglielmotell BLOG
UFOOUTLINE
giuggyna.it

 

Utenti online

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 4:32 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com