Attuality and Society
printprintFacebook



GEMELLAGGI

BENVENUTI

SVC



Micronazione Repubblica Cisalpina



Pensieri, parole, frasi celebri....
<<...nessuno può colpire duro come fa la vita, perciò andando avanti non è importante come colpisci, l'importante è come sai resistere ai colpi, come incassi e se finisci al tappeto hai la forza di rialzarti... così sei un vincente!>>
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

La 'festa' del IV Novembre 2008

Last Update: 11/4/2008 11:56 PM
OFFLINE
Post: 6,789
Post: 91
Registered in: 3/22/2008
Registered in: 9/1/2008
Location: TORINO
Age: 42
Gender: Male
*Lettore*
11/4/2008 11:56 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Una festa che ha la sfiga di capitare dopo Halloween e i morti ma che dovrebbe riprendere il suo significato come festa nazionale.

Giusto ricordare questi novanta anni. Giusto ricordare le guerre di Indipendenza.

E' stata la prima festa che ha visto l'Italia finalmente e veramente unita in un unico scopo. Nelle trincee insieme calabresi, toscani, liguri, lombardi...

Movimentazione generale, leva obbligatoria. Movimentazioni di mezzi e corsa per la vittoria.

Furono gli irridenti a spingere l'Italia in guerra. Tra Marinetti e D'Annunzio, tra futurismo e ideali nazionali, si concretizzava il riappriopiarsi di terre che erano dell'Italia ma che erano sotto l'Austria.

Importante ricordare la vera e prima vittoria del Regno d'Italia.

Ma non dimentichiamoci che si trattò di una guerra nata per motivi futili, per motivi sommari che nascondevano disgregazioni e rotture tra i vari stati di un'Europa mai veramente unita, neanche oggi.

Nel 1917, non dimentichiamoci che si formalizzò uno dei più grandi errori dell'umanità. Con la Rivoluzione d'Ottobre(calendario russo) la Russia usciva dal primo conflitto mondiale, già chiamato 'Grande guerra' dai contemporanei, per rivolgersi ai problemi intestini. Tra armate rosse e bianche, tra piani quinquennali e zar scacciati, nasceva il regime più atroce della storia dell'umanità che si proponeva a parole ideali di libertà e di uguaglianza abolendo i principi settecenteschi della proprietà privata...

Il comunismo.

Qualcosa che non finisce con la caduta del muro del 1989. Ma che continua ancora oggi con tutti i danni che l'URSS ha creato al mondo a livello economico. Stranieri che irrompono dall'est in Italia a causa dell'estrema povertà a cui li aveva condotti il regime... Storie sanguinarie, distruzioni, collaborazioni di guerra...

Dalla Prima grande guerra, nasceva il comunismo e il nazionalsocialismo di risposta.

Il seme del male è nella Prima guerra.

E l'Italia?

L'Italia si è vista nascere il fascismo sui cui certi signori rossi si sono fatti poi eroi con la bandiera dell'antifascimo.

Tutto il mondo ha odiato il comunismo.

Solo il Italia c'è ancora gente che va in giro con il pugno alzato nonostante il fascismo sia stato completamente abolito nei modi e nelle attuazzioni.


Festa per i militari. Festa per il primo ideale comune.




Ma non dimentichiamoci dell'altro....
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
... GEMELLAGGI ...
FORUMANDO
+Tutti Siti+
Guglielmotell BLOG
UFOOUTLINE
giuggyna.it

 

Utenti online

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 6:21 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com