Attuality and Society
printprintFacebook



GEMELLAGGI

BENVENUTI

SVC



Micronazione Repubblica Cisalpina



Pensieri, parole, frasi celebri....
<<...nessuno può colpire duro come fa la vita, perciò andando avanti non è importante come colpisci, l'importante è come sai resistere ai colpi, come incassi e se finisci al tappeto hai la forza di rialzarti... così sei un vincente!>>
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

Eluana, Sacconi minaccia conseguenze

Last Update: 12/19/2008 11:34 AM
12/18/2008 10:01 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote


"Clinica Udine segua principi ministro"

"Certi comportamenti difformi da quei principi determinerebbero inadempienze con conseguenze immaginabili": così il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, ha risposto ai giornalisti che a Bruxelles gli chiedevano se la Casa di cura Città Udine rischia di perdere la convenzione con il servizio sanitario nazionale se esegue la sentenza della Cassazione per Eluana.

Ciò significa - e' stato chiesto - che la casa di cura rischia la convenzione se applichera' la sentenza della Cassazione? ''La mia opinione e' che certi comportanti difformi da quei principi determinerebbero inadempienze...con le conseguenze probabilmente immaginabili. Ma ripeto, i soggetti che intervengono sono molti, incluso il regolatore regionale nella sua autonomia''. Al ministro, che non ha voluto precisare ulteriormente, e' stato chiesto se quando ha assunto il provvedimento di indirizzo era a conoscenza delle conseguenze. ''Con molta scienza e coscienza'', ha risposto Sacconi.

''Ma io non intervengo in ipotetici processi di contenzioso in varie sedi, da quella civilistica, a quella amministrativa, a quella penale. Non intervengo su questo. Io devo restare a quello che abbiamo fatto. Noi abbiamo detto quello che secondo noi può e deve fare il servizio sanitario nazionale secondo principi generale dell'ordinamento, che abbiamo letto anche alla luce di un parere'' del Comitato di bioetica e di una convenzione delle Nazioni Unite ''che tutti dichiarano di volere ratificare immediatamente e che fara' parte del nostro ordinamento in un tempo molto breve''.

Ma secondo lei - è stato chiesto ancora - e' normale paragonare persone disabili a persone in coma? ''Abbiamo un atto, firmato con riflessione collegiale e con convinzione'', si e' limitato a ribadire Sacconi.

In mattinata era intervenuto il giudice di Corte d'Appello che emanò la sentenza che consentiva la sospensione dell'alimentazione poi confermata in Cassazione. Sentenza che "non ha bisogno di un'ulteriore certificazione di esecutività perché quando un provvedimento giudiziario non è più soggetto a impugnazione diventa esecutivo".




tgcom
Mostra Evento 1:6 MODELLISMO IN GRANDE MEZZI GRANDI modellismo d...15 pt.10/22/2019 9:46 PM by elefant169
Secondo stint su WoW e taciti accordiAnkie & Friends - L&#...10 pt.10/23/2019 12:17 AM by Inklings
Wanda Nara ( Tiki Taka )TELEGIORNALISTE FANS FORU...9 pt.10/22/2019 9:17 PM by checcocanto
12/19/2008 8:31 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

"Intimidazioni da ministro"

Caso Eluana, clinica di Udine accusa

La clinica "Città di Udine", che si dice disponibile ad accogliere Eluana Englaro nella fase di distacco dall'alimentazione forzata e condurla così alla morte, lancia dure accuse al ministro Sacconi. "Abbiamo ricevuto da un ministro della Repubblica intimidazioni (...) arrivando a minacciare la sospensione dell'attività in accreditamento con il Servizio sanitario nazionale" afferma l'amministratore delegato Claudio Riccobon.

''L'Italia è veramente un Paese strano o alla deriva'', ha spiegato Riccobon. ''Una struttura sanitaria, su base volontaria ed in forma gratuita - ha aggiunto - si rende disponibile a dare applicazione ad un decreto di Corte d'Appello, ratificato dalla Corte di Cassazione, ormai inoppugnabile e definitivo, ed un ministro della Repubblica cosa fa? Lancia intimidazioni. Non ci sono parole per commentare un simile fatto - ha spiegato Riccobon -. Credo che un ministro debba comportarsi in maniera diversa, più adeguata al ruolo che gli è stato affidato da un Governo''.

Poi rincara la dose: ''Nel caso di Eluana Englaro la nostra struttura è stata attaccata ingiustamente da tutte le parti''. Riccobon, dopo aver ricordato, nel corso di una conferenza stampa, ''di essere stati paragonati, sotto il tiro di vere e proprie campagne di disinformazione, ai nazisti e ai loro metodi di sterminio'', ha accusato anche le gerarchie cattoliche.

''Gli anatemi delle sfere cattoliche e le minacce del ministro però non toccano più la famiglia Englaro - ha detto - a cui in questi anni è toccato sentirsi dire di tutto, senza pietà alcuna, per una situazione così straziante. Solo la nostra struttura - ha concluso - si è dimostrata sensibile alla tragedia della famiglia Englaro, senza trarne un euro di guadagno''.




tgcom
OFFLINE
Post: 42,725
Post: 26,157
Registered in: 2/28/2004
Registered in: 4/14/2004
Age: 32
Gender: Male
Admin Unico
12/19/2008 11:34 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Quando si dice che è colpa della Chiesa, in parte devo smentire e dissentire, se il politico è bigotto e si fa schiavizzare in questa terra libera, non credo sia per sola volontà della Chiesa, anzi mi pare che la maggiore volontà del - farsi - schiavizzare sia proprio del politico che condivide la veduta: sia per convenienza istantanea o per vantaggio elettorale, poco importa.






ADMIN UNICO diAttuality and Society


Vice Amministratore di FORUMANDO


Moderatore sez.ForumGiornale di FORUMANDO



Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
... GEMELLAGGI ...
FORUMANDO
+Tutti Siti+
Guglielmotell BLOG
UFOOUTLINE
giuggyna.it

 

Utenti online

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 6:44 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com