Attuality and Society
printprintFacebook



GEMELLAGGI

BENVENUTI

SVC



Micronazione Repubblica Cisalpina



Pensieri, parole, frasi celebri....
<<...nessuno può colpire duro come fa la vita, perciò andando avanti non è importante come colpisci, l'importante è come sai resistere ai colpi, come incassi e se finisci al tappeto hai la forza di rialzarti... così sei un vincente!>>
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

Proposta per un Patto per la rinascita

Last Update: 4/20/2009 11:05 AM
4/20/2009 11:05 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote


Un patto tra istituzioni, associazioni e cittadini per dare una prospettiva concretamente sostenibile alle comunità colpite dal sisma


Tutti noi sappiamo che è ancora troppo presto per definire piani economici, sociali e culturali per la ripresa dello sviluppo nelle aree colpite dal sisma del 6 aprile. Ancora, inevitabilmente, prevale lo stato di emergenza, per garantire a tutti livelli civili di esistenza. Ciononostante pensiamo che sia utile e necessario fin da subito dare un segnale positivo di volontà di ripresa, condividendo alcune idee fondamentali intorno a cui elaborare, per questi nostri territori, un disegno organico che consenta di costruire un progetto per il futuro e che dia prospettive concretamente immediate di ripresa. Un Patto da condividere ed approfondire tra tutti i soggetti istituzionali, sociali, imprenditoriali, creditizi, associativi, culturali, a partire dal quale sia possibile individuare criteri di qualità e percorsi progettuali tangibili che diano nuova speranza ai cittadini di questi territori.



Sicurezza. Mettere in sicurezza il patrimonio abitativo esistente è una grande opera che richiede risorse, tecnologie, professionalità. E’ necessario riorganizzare il futuro del territorio attraverso una pianificazione degli interventi che impedisca di costruire nelle zone a maggiore rischio, coordinata con i Piani di Emergenza e che spinga la formazione di gruppi specializzati di Protezione Civile.

Ricostruire pulito. Gli interventi per la messa in sicurezza devono ispirarsi alle più moderne tecnologie, introdurre innovazioni capaci di migliorare l’efficienza energetica e di ridurre così consumi e bollette delle famiglie. Particolare attenzione deve essere dedicata al recupero dei materiali edilizi e al riutilizzo degli inerti in modo da limitare il prelievo da cava e quindi il degrado del territorio. Il rispetto della legalità deve essere criterio guida nell’opera di ricostruzione, sia per impedire le infiltrazioni della criminalità organizzata nel ciclo del cemento, sia per garantire il rispetto delle norme esistenti a garanzia della sicurezza dei cittadini.

Identità. L’antica storia di questi luoghi non va dispersa. La ricostruzione dei centri storici e la loro restituzione alla vita collettiva devono essere una priorità. Al fine di conservare e promuovere le ricchezze culturali e identitarie delle comunità, è necessario attivare subito un archivio digitale dei beni storico-artistici locali, fruibile e consultabile liberamente in rete.

Cultura e ricerca. L’università dell’Aquila deve essere patrimonio di tutto il territorio, una sede di eccellenza a livello nazionale per qualificare le professionalità necessarie per la grande impresa che nel prossimo futuro attende l’Italia: la messa in sicurezza del territorio.

Ricerca e lavoro. La ricostruzione deve diventare il volano dello sviluppo delle tecnologie e delle produzioni a bassa emissione di CO2, a partire dalla costruzione di una vera e propria filiera industriale di energie rinnovabili.

Natura e paesaggio. La bellezza, naturale e culturale, è un patrimonio a rischio, che una volta distrutta è difficile recuperare. La cura e la valorizzazione della bellezza sono un investimento per rendere stabile e durevole il benessere delle popolazioni e lo sviluppo dei territori.

I prodotti del lavoro. Allevamento, agricoltura e artigianato devono diventare risorse a disposizione del territorio anche per consolidare il ruolo dei Piccoli Comuni ed invertire l’andamento demografico degli ultimi decenni.






legambiente.eu
TW vs WOWAnkie & Friends - L&#...58 pt.10/16/2019 12:20 PM by Mustascione
Maria Antonietta SpadorciaTELEGIORNALISTE FANS FORU...25 pt.10/16/2019 11:24 AM by JACK95.2018
problema Kawasaki KLR 600Honda Dominator24 pt.10/16/2019 12:23 PM by ilkuke
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
... GEMELLAGGI ...
FORUMANDO
+Tutti Siti+
Guglielmotell BLOG
UFOOUTLINE
giuggyna.it

 

Utenti online

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 1:48 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com