Attuality and Society
printprintFacebook



GEMELLAGGI

BENVENUTI

SVC



Micronazione Repubblica Cisalpina



Pensieri, parole, frasi celebri....
<<...nessuno può colpire duro come fa la vita, perciò andando avanti non è importante come colpisci, l'importante è come sai resistere ai colpi, come incassi e se finisci al tappeto hai la forza di rialzarti... così sei un vincente!>>
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

Sim e tariffe, il cliente è solo "L'assistenza è scarsissima"

Last Update: 2/2/2011 5:34 PM
OFFLINE
Post: 42,725
Post: 26,157
Registered in: 2/28/2004
Registered in: 4/14/2004
Age: 32
Gender: Male
Admin Unico
2/2/2011 5:34 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Sim e tariffe, il cliente è solo
"L'assistenza è scarsissima"

L'associazione Altroconsumo indaga sui rischi che i consumatori corrono nei negozi di telefonia italiani. E scopre che le informazioni e i documenti forniti da negozianti e addetti si sono dimostrate spesso carenti, quando non volutamente ingannevoli
di MAURO MUNAFO'

CONTRATTI non riconsegnati, pessimi consigli sulle tariffe da attivare e informazioni carenti (o addirittura false) sul trasferimento del credito residuo. L'acquisto di una carta sim per il cellulare e il passaggio a un operatore diverso sono delle procedure all'apparenza semplici, ma che i negozianti non eseguono nel rispetto delle regole, finendo per far pagare ai clienti più di quanto dovrebbero. E' un'inchiesta dell'associazione Altroconsumo 1, sull'omonima rivista questa settimana, a mettere in guardia i consumatori sui rischi che si corrono nei negozi di telefonia italiani se non si è preparati. Partendo da questi risultati, la stessa associazione ha inviato al Garante una segnalazione.

TABELLA

La ricerca sul campo di Altroconsumo ha coinvolto sedici negozi in nove città diverse, con l'acquisto di schede sim di tutti e quattro gli operatori di telefonia mobile (Tim, Vodafone, Tre e Wind) e di sette operatori virtuali (Noverca, Coop voce, A-mobile, Uno mobile, Poste mobile, Mtv mobile ed Erg mobile). Simulando il comportamento di un normale cliente che vuole comprare una sim per il suo cellulare, le informazioni e i documenti forniti da negozianti e addetti si sono dimostrate carenti, quando non volutamente ingannevoli.

Si parte con l'abitudine di un negozio su due di non restituire al cliente la copia firmata del suo contratto, ma è in generale il capitolo della consegna dei documenti a presentare problemi. Più di sei negozi su dieci non rilasciano l'informativa sulla privacy, solo il 14% dei centri consegna le condizioni di vendita e uno su cinque non diffonde il materiale informativo sulla tariffa, le opzioni e il numero dell'assistenza; in molti casi non viene consegnata neppure la confezione originale della sim, in cui sono riassunte le condizioni di utilizzo. In apparenza si tratta di problemi da poco ma, come sottolinea Altroconsumo "comprare e attivare una sim è di fatto sottoscrivere un contratto con l'operatore, un contratto con regole e condizioni di utilizzo che, non solo non vengono fornite al consumatore, ma che spesso rimangono oscure anche al negoziante. E ciò è inaccettabile".

Dai contratti alle tariffe, la situazione non migliora. I negozi degli operatori si dimostrano piuttosto avari di consigli su quale opzione sia la più adatta al cliente: nel caso degli operatori virtuali, addirittura, in nessun caso sono state fornite indicazioni. Non va molto meglio nei centri degli operatori tradizionali, un cui i suggerimenti sono comunque l'eccezione e non la regola. Dalla mancanza di consigli alle aggiunte "truffaldine" il passo è breve, con opzioni non richieste, come l'attivazione di un abbonamento da 2 euro a settimana in un centro Tim di Bolzano o la proposta di aprire un conto corrente in una filiale di Intesa San Paolo di Milano mentre si attiva una sim Noverca.

Il comportamento dei negozianti tocca però il punto più basso di fronte alla necessità di trasferimento del credito residuo quando si porta il numero da un operatore a un altro. Secondo l'inchiesta di Altroconsumo, solo in un punto vendita su dieci viene comunicata la non gratuità di questa operazione e solo in uno su tre vengono consegnati i moduli per richiedere questo servizio senza dover costringere il cliente a interminabili chiamate ai numeri di assistenza. Ma non finisce qui: l'associazione ha infatti registrato un caso in cui nel trasferimento del numero da Tim all'operatore virtuale A-mobile, il credito è letteralmente scomparso. In un primo momento doveva essere trasferito insieme al numero, ma poi se ne è persa traccia, costringendo il cliente a inviare un fax all'operatore, senza ottenere alcuna risposta.

(02 febbraio 2011)
Repubblica.it
Mostra Evento 1:6 MODELLISMO IN GRANDE MEZZI GRANDI modellismo d...15 pt.10/22/2019 9:46 PM by elefant169
Secondo stint su WoW e taciti accordiAnkie & Friends - L&#...10 pt.10/23/2019 9:10 AM by anklelock89
Qual'è il nome di Dio?Testimoni di Geova Online...10 pt.10/23/2019 11:52 AM by Seabiscuit
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
... GEMELLAGGI ...
FORUMANDO
+Tutti Siti+
Guglielmotell BLOG
UFOOUTLINE
giuggyna.it

 

Utenti online

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:02 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com