Attuality and Society
printprintFacebook



GEMELLAGGI

BENVENUTI

SVC



Micronazione Repubblica Cisalpina



Pensieri, parole, frasi celebri....
<<...nessuno può colpire duro come fa la vita, perciò andando avanti non è importante come colpisci, l'importante è come sai resistere ai colpi, come incassi e se finisci al tappeto hai la forza di rialzarti... così sei un vincente!>>
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

I fuochi fatui.

Last Update: 2/1/2008 10:46 PM
OFFLINE
Post: 9,489
Post: 2,765
Registered in: 7/28/2006
Registered in: 11/11/2007
Location: BIENNO
Age: 37
Gender: Female
Admin
2/1/2008 10:43 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

I fuochi fatui sono delle piccole fiammelle che si sprigionano dal terreno presumibilmente in prossimità di resti organici sepolti - soprattutto nei cimiteri o in zone paludose.
Essi hanno da sempre ispirato gli scrittori horror. Anche nell'Ospite di Dracula - il racconto di Bram Stoker - si parla di fuochi fatui che appaiono ai lati di una strada.
Ancora non si capisce con precisione il processo chimico che porta alla comparsa di queste fiammelle. Si pensa che siano dovute all'autocombustione di miscele di gas - tra cui il metano - che si sprigionerebbero dal terreno lì dove dei materiali organici si decompongono nel sottosuolo. Tuttavia sembrerebbe che tali fuochi fatui siano freddi. In tal caso non si tratterebbe di autocombustione ma di fosforescenza.
Nell'antichità si pensava che fossero la manifestazione delle anime dei defunti.
Un esempio famoso di tali credenze era, dai tempi più remoti, la paura suscitata da un "pozzo" nel quale fin da tempi preistotrici venivano gettati i cadaveri dei defunti a Castellana.
Dall'imboccatura del pozzo infatti durante la notte era possibile osservare il fenomeno dei fuochi fatui.
Lo speleologo Anelli calandosi in questo pozzo scoprì le fantastiche, ed ora celeberrime, grotte di Castellana.

Vampiri.net


Evoluzione Testimoni di Geova Online...55 pt.10/14/2019 7:01 PM by Aquila-58
Monza Vs Albinoleffeblog191249 pt.10/14/2019 6:42 PM by Monza72
Francesca FialdiniTELEGIORNALISTE FANS FORU...34 pt.10/14/2019 12:36 PM by docangelo
ATP WT Game: Anversa, Mosca & StoccolmaTUTTO TENNIS FORUM25 pt.10/14/2019 3:57 PM by Ragionier Fantozzi
OFFLINE
Post: 9,489
Post: 2,765
Registered in: 7/28/2006
Registered in: 11/11/2007
Location: BIENNO
Age: 37
Gender: Female
Admin
2/1/2008 10:46 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Dai diari di viaggio di Gabrielle de Lioncourt: Grotte di Castellana
Percorriamo, in un pomeriggio torrido, la strada deserta fra ulivi e masserie. Il nastro d'asfalto si dipana fra dolci dossi e curve, fino ad arrivare a Castellana Grotte.
Giungiamo dinnanzi all'imboccatura della grotta: una scala ripida in un tunnel.
L'aria che ci investe è fredda, carica di umidità e dall'odore strano di muschio e di umidità.
Scendiamo lentamente, il corrimano di acciaio è bagnato di condensa, i gradini scivolosi.
Ecco la prima grotta si apre dinnanzi a noi, dall'enorme foro centrale.
I lati sono coperti di depositi di ferro e muschio che colorano le, altrimenti candide, pareti di rosso e grigio.
Frammenti di rocce cadute, stallattiti spezzate e stallagmiti formano un cumulo al centro.
Un busto in bronzo ricorda lo scopritore di queste grotte: Anelli.
Iniziamo ad addentrarci in questo strano regno della natura: la piccola grotta, detta della lupa, per la singolare concrezione che vi si trova, è la prima creazione che la natura si vanta di mostrarci.
Qui, la fantasia, l'immaginazione e la natura hanno carta bianca; in questo immobile regno incantato si perde la nozione del tempo, unica dimensione virtualmente inesistente.
Giungiamo alla grotta dei monumenti l'aria che ci accarezza è fresca ma anche umida.
Osservando le costruzioni della natura non si può restare non colpiti dalla varietà delle forme dai colori.
Attraverso il corridoio, fra le formazioni calcaree, si aprono piccoli anfratti, solo buchi nella roccia, ma ricchi di segreti: colonnine finissime stillanti gocce filtranti dal suolo.
Alcune di esse sono peculiari per i colori o le forme bizzarre. Gruppi di stallattiti che sfidano la gravità, sfuggendo in ogni direzione: come impazzite.
Profonde depressioni si trovano ai lati del percorso, luoghi ove l'aria è irrespirabile per l'anidride carbonica e l'umidità.
Nel punto più lontano dall'ingresso giungiamo alla grotta considerata la più bella del mondo.
Un luogo candido di trine e merletti, una colonna ed una stallagmite paiono sostenere la volta.
Stallattiti come ghiaccioli pendono dal soffitto sottili e lattee.
Per qualche minuto restiamo in silenzio, senza fiato, ad osservare, a tentare di cogliere tutti i particolari: troppo numerosi, troppo belli, pare impossibile credere a ciò che gli occhi vedono.
Lentamente ritorniamo verso l'uscita e, mentre l'aria si fa meno pensante diventa anche più facile respirare, ci accorgiamo di mantenere la voce bassa: quasi a non voler offendere con parole o suoni questo luogo.
Si ha come un senso di reverenza per la "sacralità" di questo posto e lo si lascia con un senso di rimpianto.
Si vorrebbe restare, si vorrebbe rivedere tutto: sicuri di trovare altre meraviglie sfuggite al primo passaggio.
Nell'enorme grotta principale, il sole spande i suoi raggi dal foro centrale, mentre ci dirigiamo verso gli ascensori che ci riportano in superficie.
E' in pratica un ritorno alla realtà e, consultando l'orologio, sembra impossibile che il nostro viaggio sia durato tanto: pareva molto più breve. Si ha la sensazione che sia stato solo un soffio e non un lungo respiro di fantasia.

Gabrielle de Lioncourt

vampiri.net
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
... GEMELLAGGI ...
FORUMANDO
+Tutti Siti+
Guglielmotell BLOG
UFOOUTLINE
giuggyna.it

 

Utenti online

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 9:10 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com